English version   Arab version

PRIMAIDEA - CONSULENZA E COMUNICAZIONE


Home  /  News  /  

News

  • Clima: venerdì 29 giugno, a Oristano, workshop di presentazione del progetto ADAPT

    27-06-2018
    ada

     

    Venerdì 29 giugno, alle ore 9.30, presso l’aula consiliare del Comune di Oristano, si svolgerà il workshop di presentazione del progetto ADAPT - ADAttamento ai cambiamenti climatici dei sistemi urbani dello sPazio di cooperazione Transfrontaliera, cofinanziato dal Programma Interreg Italia - Francia Marittimo 2014-2020. Oltre al capofila Anci Toscana, ADAPT coinvolge enti italiani e francesi competenti in materia di gestione del rischio, pianificazione territoriale e ricerca scientifica del settore.  Il Comune di Oristano è partner del progetto insieme ai comuni di Livorno, Rosignano Marittimo, Alghero, Sassari, La Spezia, Savona, Vado Ligure, Ajaccio (FR), il Cispel Toscana, Communauté d’Agglomeration de Bastia(FR), il Département du Var (FR) e la Fondazione Cima.

    Le sfide poste dal cambiamento climatico, in particolare dalle alluvioni urbane causate da piogge improvvise e intense, mettono continuamente alla prova le città dello spazio transfrontaliero comprese quelle localizzate in Sardegna. Il progetto risponde alla necessità dei sistemi urbani di affrontare tale rischi, mettendo a disposizione nuovi strumenti condivisi per migliorare la resilienza dei centri abitati.

    Oltre alla presentazione del progetto, nel cui ambito verrà messo a punto il Piano di Azione locale sull'adattamento climatico e realizzato un intervento pilota, il workshop sarà l'occasione per approfondire i temi delle alluvioni in ambito urbano e coinvolgere i portatori di interesse per la costituzione del Partenariato Urbano per l’Adattamento PUA. 

    PROGRAMMA

    Ore 10:00: Saluti del Sindaco di Oristano – Andrea Lutzu

    Ore 10:15: Il progetto ADAPT – Marco Celi (Assistenza tecnica Innolabs)

    Ore 10.30: I rischi legati agli eventi meteorici estremi nelle città sarde e nel territorio di Oristano – Fausto Pani (Geologo, esperto in materia di rischio idrogeologico)

    Ore 11.00: L’Azione pilota del Comune di Oristano, a cura del Settore Sviluppo del territorio – Servizio Sviluppo e Pianificazione Strategica

    Ore 11.20: Conclusioni a cura di

    -        Federica Pinna (Assessore all’Urbanistica e tutela del territorio)

    -        Gianfranco Licheri (Assessore all’Ambiente)

    -        Riccardo Meli (Assessore ai Lavori pubblici)

    Ore 11.30 Coffee break

    A seguire si terrà l’incontro per la costituzione del Partenariato Urbano per l’Adattamento (PUA)



  • Parte la fase attuativa del progetto Agriturs: tavoli partecipati a Tula, Pattada, Mores e Ozieri

    28-05-2018
    ss

     

    Entra nel vivo la fase attuativa del progetto "AgriTurs, Agrifood & Turismo sostenibile" promosso dall’Unione dei Comuni del Logudoro insieme all’Agenzia formativa Enial. Nel corso della presentazione che si è tenuta venerdì 25 maggio, sono state illustrate le finalità e gli obiettivi del progetto. Parte ora la fase del coinvolgimento, finalizzata a raccogliere i bisogni formativi e a costruire un progetto più vicino possibile alle esigenze del territorio.

    Per questo  sono stati organizzati dei tavoli partecipati:

    Tula - Lunedì 28 maggio, alle ore 17, presso l’auditorium
    Pattada - Giovedì 31 maggio, alle ore 15, presso il Comune
    Mores – Lunedì 4 giugno, alle ore 15, presso il Centro Sociale
    Ozieri – Giovedì 7 giugno, alle ore 15, presso l’Unione dei Comuni del Logudoro

    Le imprese, gli operatori dell’agriturismo e dell’agroalimentare, i giovani in cerca di occupazione e che intendono impegnarsi in un percorso formativo,  a partecipare la tavolo partecipato per poter evidenziare i fabbisogni formativi. La proposta progettuale provvisoria prevede infatti quattro corsi, organizzati in quattro comuni differenti per le seguenti figure professionali: tecnico per la valorizzazione dei prodotti locali per gastronomia di qualità, addetto manutenzione aree boschive e forestali, operatore di ripresa e montaggio immagini e tecnico per la valorizzazione dell’attività agrituristica.  Per raccogliere i bisogni formativi più vicini alle esigenze del territorio i quattro tavoli partecipati saranno organizzati come focus group, con attività di ascolto, approfondimento, discussione e raccolta proposte.


  • A Orroli il 26 e 27 maggio la II edizione del Festival internazionale della Civiltà Nuragica dedicato al Nuraghe Arrubiu

    24-05-2018
    art

      

    Sabato 26 e domenica 27 maggio, ad Orroli si terrà la seconda edizione del “Festival della Civiltà Nuragica”, l’evento dedicato al Nuraghe Arrubiu, il più imponente complesso nuragico della Sardegna. Anche quest’anno, il Festival vanta la partecipazione di autorevoli accademici, archeologi ed esperti di livello internazionale del periodo nuragico nell’Isola.

    Le attività prendono avvio sabato 26 maggio, alle 9:30, presso i locali della Biblioteca Comunale Sa Libertadi, con l’inaugurazione del convegno scientifico dal titolo “La capanna e il villaggio: abitare nel Mediterraneo occidentale dell’Età del Bronzo”. Anche per questa edizione, il coordinamento scientifico è affidato a Fulvia Lo Schiavo e Mauro Perra.

    Il convegno si svilupperà lungo tutta la giornata, articolato in due sessioni, e arricchito da interessanti interventi che restituiranno un’analisi compiuta del tema, spaziando dalle Modalità abitative in Sardegna durante il Bronzo Finale, ai Villaggi e le capanne della Gallura nuragica, alla Corsica e al Meridione italiano. Al convegno interverranno: Angela Antona, Marco Cabras, Nadia Canu, Andrea Cardarelli, Alberto Cazzella, Joseph Cesari, Riccardo Cicilloni, Anna Depalmas, Francesco di Gennaro, Luisanna Lai, Valentina Leonelli, Fulvia Lo Schiavo, Marco Pacciarelli, Mauro Perra, Anna Pitzalis, Gianfranca Salis, Vincenzo Santoni e Alessandro Usai.

    A Fulvia lo Schiavo sono affidate le conclusioni, previste per le 18:15, e un commosso ricordo del Professore Ercole Contu, recentemente scomparso, con la proiezione dello speciale: Ercole Contu – Una vita per l’archeologia.

    Non solo studi scientifici ed attività didattiche ma anche la musica avrà un ruolo importante nella due giorni. Dopo il convegno, sabato 26 maggio a partire dalle 19.30, calcherà il palco Gavino Murgia con NURAGIKA. Il progetto NURAGIKA di Gavino Murgia, straordinario musicista di fama internazionale, prende spunto dalla Civiltà Megalitica e dai culti che gli antichi celebravano qualche millennio fa. In questo lavoro, viene a ricrearsi una situazione tra il magico e il reale dando lo spunto per ricostruire, così come poteva essere in antichità, un suono perduto nell’oblio.

    Lo spettacolo NURAGIKA è un progetto dedicato all’amore per l’archeologia e per l’incredibile patrimonio presente in Sardegna.

    Durante le due giornate, gli interessati potranno partecipare, gratuitamente, alle visite guidate al Nuraghe Arrubiu e ai laboratori didattici, aperti ad adulti e ragazzi, per vivere l’esperienza degli scavi archeologici e della scoperta, in un percorso di apprendimento didattico e partecipato.

    Domenica 27 maggio sarà possibile scoprire il territorio prendendo parte alla gita in battello nelle acque del lago Flumendosa, per ammirare le bellezze paesaggistiche e naturalistiche che costeggiano il bacino.

    Il Festival della Civiltà nuragica è una delle azioni messe in campo dall’amministrazione comunale di Orroli e dal Consorzio Turistico dei Laghi per la valorizzazione dell’area del Nuraghe Arrubiu. Il progetto, che ha ricevuto il contributo della Fondazione di Sardegna, ha un respiro triennale e permetterà di contribuire al rilancio dell’area puntando sulla valorizzazione dei beni archeologici e in particolare sull’area del Nuraghe Arrubiu.

     

    Contatti:

    Segreteria organizzativa

    II° Festival della Civiltà nuragica di Orroli, 2018

    Tel. 070 0955954

    Email: festivalorroli@gmail.com

     

    Per informazioni e prenotazioni per laboratori, visite guidate e gita in battello:

    Consorzio Turistico dei Laghi

    Tel. 0702110432

    Email: info@laghienuraghi.it

     

    Laboratori e visite guidate: partecipazione gratuita previa prenotazione entro il 23 maggio

    Gita in battello: tariffe agevolate previa prenotazione entro il 23 maggio 2018



  • Venerdì 25 maggio a Ozieri sarà presentato il progetto AgriTurs, Agrifood & Turismo sostenibile

    22-05-2018
    ss

     

    Venerdì 25 maggio, alle ore 17,30, presso la sede dell’Unione del Logudoro, in via De Gasperi, 98 ad Ozieri sarà presentato il progetto “Agri.Tur.S –Agrifood & Turismo Sostenibile”, promosso dall’Unione del Logudoro in ATS con l’Agenzia formativa E.N.I.A.L. e finanziato nell’ambito del POR Sardegna FSE 2014-2020 “Misure Integrate tra Sviluppo Locale Partecipativo e Occupazione nell’ambito della Green & Blue Economy” – Linea di Sviluppo Progettuale 3 C.

    Partecipano, oltre gli amministratori del territorio, agli operatori economici del comparto agroalimentare, agrituristico, forestale, turistico e dell’ICT.

    Sono previsti quattro percorsi formativi rivolti a disoccupati e lavoratori (dipendenti e autonomi), finalizzati al loro inserimento lavorativo o al “consolidamento” delle competenze nel campo del turismo sostenibile e Agrifood e delle filiere di qualità, con particolare riguardo alla innovazione dei processi/prodotti/servizi di commercializzazione.

    La proposta progettuale riguarderà le seguenti figure professionali:

    1)    TECNICO PER LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI LOCALI PER GASTRONOMIA DI QUALITA’

    2)    ADDETTO MANUTENZIONE AREE BOSCHIVE E FORESTALI;

    3)    OPERATORE DI RIPRESA E MONTAGGIO IMMAGINI;

    4)    TECNICO PER LA VALORIZZAZIONE DELL’ATTIVITA’ AGRITURISTICA.

    Gli obiettivi specifici del progetto sono:

    1. Formare le risorse umane, anche attraverso il coinvolgimento delle competenze ad alto valore aggiunto presenti nel territorio;

    2. Trasferire informazioni e competenze specialistiche per migliorare le performance delle imprese presenti nel territorio;

    3. Sviluppare capacità innovative nella comunicazione sulle attrattive locali, attraverso prodotti multimediali e nuove azioni di marketing strategico;

    4. Integrare le realtà produttive agroalimentari di qualità e l’offerta turistica;

    5. Rafforzare l’accusabilità dei destinatari e il loro inserimento/reinserimento lavorativo.

    In questa fase iniziale, il progetto prevede la realizzazione dell’attività di analisi dei fabbisogni, da effettuare attraverso il coinvolgimento degli attori del territorio, in particolar modo gli imprenditori e le istituzioni.

     

    L’obiettivo è individuare i fabbisogni formativi e professionali nei settori di interesse al fine di indirizzare i percorsi formativi, compresi nella seconda parte del progetto, alla formazione di professionalità ed esperti che possano supportare gli operatori e creare nuova occupazione in grado di innovare i settori produttivi e dare stimoli funzionali alla crescita e al miglioramento della competitività e alla conseguente crescita economica.

     

     

     

     

     

     

     

     

     



  • Retralags: firmato ad Alghero un protocollo di intenti

    22-05-2018
    aa

     

    Il 16 maggio scorso, presso la sede del Parco Naturale Regionale di Porto Conte, si sono tenuti i primi due incontri tematici al fine dare seguito alle indicazioni del Protocollo di intesa sottoscritto nel corso dei percorsi partecipativi.

    Dopo una serie di incontri e di riflessioni, si è arrivati alla firma di un documento di intenti, che prefigura quello che sarà l’obiettivo finale del Progetto Retralags: oltre alla sottoscrizione di un contratto di laguna lo scopo è trovare soluzioni per risolvere le problematiche ambientali, economiche e sociali che affliggono la nostra laguna.

    Il documento preliminare di intenti ha già definito quali sono i principali macroambiti di intervento che ci si propone di approfondire, macroambiti che dovranno tradursi in azioni specifiche che saranno riportate nel piano d’azione del CdL del Calich.

    Sono stati affrontati i temi:

    • Rinaturalizzazione della copertura vegetale di prossimità dello specchio acqueo della laguna
    • Valorizzazione beni culturali e altri immobili storici presenti nelle immediate adiacente della laguna del Calich

     

     



  • PLUS SANLURI/PON INCLUSIONE 2014-2020: IL 19 APRILE UN TAVOLO TEMATICO SULLA CO-PROGETTAZIONE NEL SOCIALE

    18-04-2018
    Pon inclusione

     

    Il Plus distretto di Sanluri è beneficiario di un progetto di gestione delle attività del Programma Operativo Nazionale (PON) Inclusione FSE 2014-2020 che interviene con azioni tese a ridurre la povertà e l’esclusione sociale e a promuovere l’inclusione sociale. 

    Se ne parlerà oggi, giovedì 19 aprile, alle ore 16, nell'aula consiliare, ex casa Concu, in via Lepanto a Sanluri, nel corso di un tavolo tematico dedicato alla co-progettazione nel sociale con la presenza degli operatori e gli stakeholders del territorio.

    All’interno del progetto è previsto un rafforzamento dei servizi sociali (servizi di mediazione familiare e finanziaria; creazione di portali gestionali e di piattaforme; potenziamento dei servizi di segretariato etc.), una serie di interventi socioeducativi e di attivazione lavorativa (tirocini finalizzati all’inclusione sociale, all’autonomia delle persone e alla riabilitazione) e la promozione di Accordi di collaborazione in rete (Attività per l’innovazione ed empowerment degli operatori e dei sistemi; Networking per il sostegno delle azioni connesse al PON Inclusione).

    I tavoli tematici si svolgeranno anche in altri comuni del PLUS Distretto di Sanluri: il 3 maggio a Serramanna (Volontariato e percorsi di inclusione), il 17 maggio a Turri (lavoro, formazione e integrazione), il 31 maggio a Ussaramanna (Povertà e inclusione sociale) e il 14 giugno a Samassi (Famiglia).

    Il PON Inclusione viene destinato principalmente a supportare l’attuazione del Reddito di Inclusione (REI), misura nazionale di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un sussidio economico condizionale alla adesione del nucleo familiare a un progetto di attivazione sociale e lavorativa.

     

     

    Contatti

    Email: ufficiodipianosanluri@gmail.com

    Telefono: 070. 9383310 – 070. 9383251 – 070 9382308



  • Talent Up, ancora una settimana per partecipare

    06-04-2018
    tr

     

    Manca una settimana alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande di partecipazione aTALENT UP, il bando della Regione Sardegna dedicato alla formazione d’eccellenza dei futuri imprenditori sardi, senza limiti di età. Bastano una valida idea e una buona conoscenza dell’inglese per accedere a un percorso di formazione che fa della contaminazione e del contatto con i più grandi ecosistemi mondiali di innovazione e start up i suoi pilastri.

    Il 13 aprile è l’ultimo giorno utile per inviare le richieste, poi si aprirà la fase della selezione dei candidati che accederanno a un percorso formativo diviso in diverse fasi, la prima delle quali si svolgerà in Sardegna, a Nuoro.

    La selezione e la valutazione dei candidati sarà affidata a un’Ati composta dalla Fondazione Giacomo Brodolini di Roma, dallaLuiss (Libera università internazionale di studi sociali, Guido Carli) di Roma e da Iefca, istituto di formazione di Cagliari.

    La fase successiva si svolgerà in uno dei primi 20 ecosistemi imprenditoriali a livello mondiale individuati dalla classifica “Global Startup Ecosystem 2017” (tra i quali la Silicon Valley, New York City, Londra, Pechino, Tel Aviv, Shanghai, Los Angeles, Seattle ecc).

    Sul sito dell’Aspal (https://goo.gl/xoQ95L) sono disponibili tutti i documenti dell’avviso e tutti i chiarimenti (le Faq) scaturiti anche dalle domande poste dagli interessati durante gli incontri del tour informativo nei principali centri sardi.

    Talent Up, inserito nel programma Entrepreneurship and Back, punto qualificante del Programma Regionale di Sviluppo (PRS) 2014-2019, punta a creare una nuova generazione di imprenditori capace di confrontarsi con i mercati internazionali e con le nuove tendenze economiche; ad aumentare, nel medio-lungo periodo, il livello di innovatività delle imprese sarde e a promuovere lo sviluppo dell’economia regionale, incentivando la creazione di nuove imprese con sede nell’isola in particolare nelle aree in cui la densità di start up è scarsa.

     



  • Diversity Management, opportunità per le aziende sarde: incontro l'11 aprile a Cagliari

    03-04-2018
    dv

     

    Il Diversity Management come strumento di miglioramento delle performance aziendale. E' il titolo dell'incontro organizzato dalla società Primaidea mercoledì 11 aprile, alle ore 18.30, presso la sala Basile di Villanova Coworking (via San Saturnino, 7 a Cagliari). 

    Interviene Silvia De Simone, docente di psicologia delle organizzazioni e delle risorse umane dell'Università di Cagliari. 

    Sarà l'occasione per illustrare alle aziende partecipanti i contenuti del Bando "Diversity Management, più opportunità verso il lavoro che cambia" attraverso il quale la Regione Autonoma della Sardegna intende erogare un sostegno economico forfettario alle piccole e medie imprese per l’introduzione di strumenti di diversity management in azienda. 



  • Il 5 aprile a Sanluri la presentazione del PON "Inclusione FSE 2014-2020"

    30-03-2018
    locand

    Il giorno 5 aprile, alle ore 9.30,  a Sanluri, presso il Polo Culturale Parco S’Arei, si terrà la presentazione del Programma Operativo Pon Inclusione 2014 – 2020.

    Durante l’evento, organizzato dal Plus Distretto di Sanluri, si parlerà del PON Inclusione, dell’attuazione del Reddito di inclusione (REI), del ruolo dell’ASPAL nelle politiche di inclusione, inoltre saranno presentate le attività del progetto di gestione delle attività del PON Inclusione FSE 2014-2020 di cui il Plus Distretto di Sanluri è beneficiario.

    Interverranno, tra gli altri, Michele Busiu Barranu (Settore Interventi di inclusione sociale ASPAL), Gabriela Podda (INPS - Direzione Regionale Sardegna) e Pietro Disi  (consulente Primaidea srl), 



  • Il 13 aprile a Cagliari la presentazione del volume scientifico sul nuraghe Arrubiu di Orroli

    29-03-2018
    orroli

     

    Venerdì 13 aprile alla Cittadella dei musei di Cagliari, alle ore 17, Sala Coroneo, si terrà la presentazione del volume scientifico edito da Arkadia Il nuraghe Arrubiu di Orroli, volume 1. La torre centrale e il cortile B: il cuore del Gigante rosso, dedicato al più vasto complesso megalitico presente nell’isola. Il volume, primo di tre pubblicazioni collegate alle tre edizioni del Festival dell’archeologia di Orroli, illustra i primi quindici anni di lavoro presso il nuraghe Arrubiu di Orroli, concentrando l'attenzione sui due vani che costituiscono il cuore del monumento, il Cortile centrale B e la Torre A.

    Dopo un capitolo introduttivo sulla storia della ricerca e degli scavi, affronta il tema sull'ambiente in età nuragica e i sistemi territoriali nell'altopiano di Pran'e Muru, sulle coste e gli approdi in riferimento al corso del Flumendosa e una ricostruzione paleoambientale e studio pollinico dei siti archeologici del corso del medio Flumendosa. Il volume scientifico è corredato da un supporto digitale nel quale è stata ospitata la ricchissima documentazione prodotta negli anni, rendendola consultabile e utilizzabile con facilità e immediatezza. Si tratta di un contributo prezioso per la comunità scientifica che potrà da essi attingere liberamente confronti formali e considerazioni sulle combinazioni associative.

     Contestualmente, verrà presentata la seconda edizione del Festival di archeologia di Orroli, sabato 26 e domenica 27 maggio, articolato in una parte tecnico-scientifica e in una parte divulgativa-promozionale. Aprirà il Festival un convegno scientifico internazionale, con un ricchissimo ed autorevole parterre di relatori, dal titolo Dalla capanna al villaggio. L’abitare nuragico nell’età del bronzo nel Mediterraneo con il coordinamento scientifico di Fulvia Lo Schiavo e Mauro Perra. E poi: visite guidate, laboratori didattici aperti tutti e un concerto all’aperto nella splendida cornice del complesso nuragico.

    Primaidea è aggiudicataria del servizio per la realizzazione e gestione delle attività relative al progetto: “Alla scoperta del Gigante Rosso (Valorizzazione dei Beni Archeologici e in particolare del Nuraghe Arrubiu)” che prevede la realizzazione di azioni di divulgazione scientifica e valorizzazione dell’area del Nuraghe Arrubiu del Comune di Orroli. Le attività nelle quali Primaidea è impegnata riguardano: project management e coordinamento progettuale; realizzazione del Festival dell’archeologia a Orroli; realizzazione di pubblicazioni scientifiche contenenti i risultati degli scavi più recenti; servizi di comunicazione: grafica ed editing; campagna di comunicazione e azioni divulgative; ufficio stampa e relazione media; monitoraggio e rendicontazione.

     



Prima Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 Ultimo