English version   Arab version

PRIMAIDEA - CONSULENZA E COMUNICAZIONE


Home  /  News  /  

News

  • La campagna: “Facciamo presto, stiamo perdendo la nostra memoria! Vacciniamo prima gli anziani”

    04-01-2021
    ggg

    “Facciamo presto, stiamo perdendo la nostra memoria! Vacciniamo prima gli anziani”, “Faghimus a lestru, semus perdende s'ammentu nostru! In antis su vacinu a is mannos”. Con questo slogan, in italiano e in sardo, le emittenti sarde Matex ed EjaTv hanno lanciato sui propri canali una campagna sulla vaccinazione prioritaria a tutti gli anziani della Sardegna. Per i promotori, privilegiare gli anziani nella somministrazione del vaccino significa non solo tutelare le fasce più deboli della popolazione ma anche salvaguardare l’identità, la storia e anche la tenuta dei legami familiari delle comunità dell’isola, soprattutto quelle delle zone interne dove gli anziani hanno un ruolo fondamentale dal punto di vista sociale.  

    Una campagna di sostegno alla vaccinazione per tutta la popolazione sarda ma con un obiettivo preciso: tutti coloro che hanno compiuto 70 anni non possono aspettare lungaggini burocratiche, dubbi e disinformazione che possano mettere a rischio la vita dei nostri nonni e delle nostre nonne. 

    Per la campagna è stata scelto uno scatto in bianco e nero di Romolo Eucalitto, fotografo di scena dei film di registi del calibro di Ferzan Ozpetek e Carlo Verdone: due mani intrecciate di un’anziana donna di Villagrande Strisaili. Una scelta non casuale visto che il grande maestro ha dedicato proprio agli anziani del centro ogliastrino una mostra per raccontare la longevità e l’importanza della memoria nell’isola.

    La campagna di sensibilizzazione è accompagnata dagli hashtag #vaccinoprimaglianziani #primaglianziani #vaccinoanticovid #primaismannos.

     



  • Primaidea: tutti i dipendenti in sola modalità smart working

    19-03-2020
    aaa

    La società Primaidea, venendo incontro alle richieste della comunità scientifica e delle istituzioni, ha deciso che a partire da oggi, giovedì 19 marzo, tutti i dipendenti saranno impiegati nella sola modalità di lavoro agile (c.d. smart-working) al fine di limitare il rischio di contagio da Corona Virus e tutelare al massimo la salute pubblica.

    Nel contempo, ogni contatto con clienti, collaboratori esterni e fornitori avverrà con le sole forme di comunicazione a distanza, a partire dai sistemi di video conferenza individuale e multipla
     
    Inoltre, si comunica che a partire da venerdì 20 marzo e sino a tutto il weekend verranno svolte da una ditta specializzata le operazioni di sanificazione degli uffici. 


  • Grazie Macron e Merkel per il vostro egoismo. Fieri di essere italiani

    17-03-2020
    ss
    Grazie caro sig.Macron cara sig.ra Merkel, grazie per averci abbandonato nel momento del bisogno, grazie per averci negato di poter ACQUISTARE da voi semplice mascherine ed altri presidi medici atti a combattere la diffusione del virus.
    Le avremmo pagate sapete?!! Siamo italiani, quelli sporchi, chiassosi, indisciplinati, buffi, folcloristici, poveri e talvolta mafiosi....ma siamo anche quelli che vi hanno costruito le strade, le scuole, vi hanno insegnato l'alfabeto che usate, spiegato le leggi, il diritto, l'organizzazione dello stato e la creazione di quello di diritto.
     
    Siamo noi, gli italiani, gli autori delle opere  che riempiono i vostri musei, dei testi che studiate, delle invenzioni che usate, quelli che con enormi spese e sacrifici si trovano a dover conservare  e gestire ben oltre il 70% del patrimonio culturale ed artistico mondiale chiedendovi una cifra irrisoria per il biglietto dei musei e talvolta neppure quella.
    Siamo noi, gli italiani, siamo quelli che vi hanno offerto l'arte e la cultura su cui si basa la nostra e la vostra civiltà, la massima espressione di bellezza, armonia, equilibrio che l'essere umano abbia mai raggiunto.
     
    Siamo noi, gli italiani che prima vi abbiamo offerto la civiltà, che poi voi avete abbattuto trascinando il mondo nel medioevo, e poi, una volta risollevati e rinati, abbiamo nuovamente offerto al mondo la civiltà, l'arte, la geografia, l'economia, l'istruzione.
    Siamo noi, gli italiani quelli che hanno creato il parmigiano, la mozzarella, il prosciutto, la mortadella, il salame,i ravioli i tortellini, le lasagne il gelato, la pizza etc.etc., quelli che hanno portato in Francia le vigne e che vi hanno insegnato a fare il vino, la grappa  i distillati, quelli che ogni anno combattono cntro i vostri tentativi di scimmiottare i nostri prodotti e copiarne il nome ma anche lo stile e la moda.
     
    Anche a lei sig.Trump e a lei sig. Johnson, grazie per averci prima di tutto isolati invece che aiutati. Le ricordo sig. Trump che se non fosse per un italiano adesso sarebbe nella terra dei suoi avi a fare la fame e non in America a fare il riccone e non avrebbe neppure potuto mangiare patate perchè non le avreste mai avute senza un temerario italiano che ha navigato verso l'ignoto. 
    A lei sig.Johnson ricordo che la fortuna della sua nazione si basa su una bandiera che vi abbiamo concesso di issare sulle vostre navi per non essere attaccati dai pirati, la Croce di San Giorgio concessa dalla Repubblica di Genova,  senza quella sareste stati spazzati via dai saraceni. Vi abbiamo insegnato la navigazione e l'avete imparata bene!
     
    A tutti voi, quando telefonate, pensate a Meucci, quando guardate la TV o ascoltate la radio, pensate a Marconi, quando usate l'energia elettrica come non ci fosse un domani, pensate che non avreste potuto farlo se non ci fosse stato Fermi!
    Noi italiani abbiamo inventato le banche, le università, la prospettiva, l'architettura, l'ingegneria, l'astrofisica, il calendario, la musica otre alle altre innumerevoli cose.
     
    Erano italiani: Giotto, Colombo, Marco Polo, Leonardo, Michelangelo, Bernini, Tiziano, Raffaello, Brunelleschi, Galileo, Cesare, Ottaviano, Vespasiano, Aurelio, Dante e potrei continuare per ore...
    Carissimi miei, nel sentire il nome ITALIA, dovreste scattare in piedi, abbassare la testa ed essere coscienti che l'origine della società occidentale è qui, se vi chiediamo aiuto dovreste correre, perchè se trascinate di nuovo il mondo nel medioevo non so se ce la faremo nuovamente a far rinascere la civiltà.
     
    Se invece non vi interessa, allora compiacetevi di quello che avete, restate ad ammirare qualche tonnellata di ferro imbullonato e quando visitate i vostri musei, per cortesia, saltate le opere degli italiani....finirete la vostra visita molto velocemente, potrete così andare a visitare subito una bella fabbrica di auto, diesel magari, di quelle che non inquinano solo ai  controlli, andate a visitare quelli che per voi sono castelli e per noi banali ville di cui siamo pieni, oppure andate nella capitale dell'azzardo che scimmiotta Venezia, Firenze, Roma, andate pure! Evitate di venire a visitare il paese più bello dl mondo visto che lo avete pugnalato alle spalle, accoglieremo a braccia aperte a chi  nel momento del bisogno ci ha aiutati, apriremo le nostre città uniche al mondo a loro, potranno visitare Venezia, Roma, Firenze, Genova, Napoli, Bologna, Pisa,Lucca, Assisi, Siena, Torino, Palermo, Agrigento, Milano,Cremona, Mantova, Ferrara, la Toscana, il Monferrato,le Dolomiti, le Alpi, la Puglia, la Sardegna, etc.etc.
    Avete distrutto la povera Grecia con la vostra finanza, ci avete provato con lItalia ma non ci siete riusciti, ora forse avete scorto l'occasione per assestare il colpo finale, ma nella cecità del vostro egoismo non avete calcolato che il virus non ha frontiere, colpirà tutti, anche voi!
    Se ci aveste aiutato ieri nel tentativo di arginare l'epidemia, oggi non dovreste piangere i vostri morti e domani...
     
    Il vostro egoismo ha dato la misura di quanto poco siate!
     
    Grazie
     
    (Una ragazza italiana) 
     
    * Primaidea fa proprio e condivide sui propri canali questo messaggio in un momento particolarmente difficile per il nostro Paese.


  • “A NOS BÌERE SANOS”: i professionisti della comunicazione in campo contro il Corona virus e per la Sardegna

    16-03-2020
    rrr

    Ne siamo consapevoli: il momento che stiamo vivendo è realmente drammatico, senza precedenti, unico.

    Immagini e paure che fino a qualche giorno fa riguardavano l’altro e l’altrove hanno stravolto la nostra quotidianità, facendoci sentire più fragili, vulnerabili, indifesi; facendoci sentire, pur nella nostra condizione di insularità, esposti quanto gli altri a una minaccia globale che non può fare a meno di risposte locali, dalle grandi città ai piccolissimi paesi che caratterizzano la nostra terra.

    A far la differenza, come sappiamo, saranno infatti i piccoli, grandi gesti a cui prestare oggi la massima attenzione, sui quali siamo tutti chiamati ad esercitare un ruolo attivo da cittadini consapevoli della propria responsabilità.

    Sono proprio la consapevolezza e il senso di responsabilità a guidare oggi la nostra scelta di offrire le nostre risorse materiali e immateriali di professionisti sardi della comunicazione al servizio dei nostri concittadini.

    Abbiamo infatti ideato e realizzato una campagna con l’obiettivo di contribuire alla costruzione di quel senso di fiducia – fiducia nella possibilità di superare l’emergenza, ma anche nella scienza e nelle istituzioni – su cui oggi, amministratori e decisori pubblici, si stanno spendendo con straordinario impegno.

    A NOS BÌERE SANOS. Questo l’invito e l’augurio che ci sentiamo di fare ai sardi, riprendendo un detto antico e sempre valido per guardare con occhi nuovi a un domani vicino e sereno, nelle mani di tutti noi.”

    SCARICA LO SPOT: https://we.tl/b-G88onQLQs7

    MATERIALI E STRUMENTI

    La campagna ha previsto:

    • uno spot video girato con l’amichevole partecipazione degli attori Massimiliano Medda e Roberto Zorcolo;
    • due diversi formati di manifesto, per affissioni 6x3 e 70x100, stampati e spediti alle amministrazioni;
    • ulteriori contenuti per la pubblicazione web e social.

     

    SOGGETTI PROMOTORI

    Primaidea, Relive Communication ed Eja Tv

    In collaborazione con Publimage, Indoru, Società Umanitaria Cineteca Sarda, Società Umanitaria Carbonia, Areavisuale Film, KDvideo, Sky Survey System e Lapola.

     

    Ringraziamenti a Massimiliano Medda, Pietro Medda, Roberto Zorcolo, Giovanna Ruiu e Michele Ladu.



  • 25 e 26 ottobre: Nuoro 2020 incontra Matera 2019

    23-10-2019
    aa

     

     

    In continuità con il percorso di candidatura a Capitale italiana della cultura 2020, Nuoro incontra Matera 2019: due città, due luoghi di parole e di storie, immaginate e raccontate, che potranno abbracciarsi in una due giorni ricca di eventi.

    Venerdì 25 ottobre e sabato 26 ottobre, infatti, le politiche culturali nuoresi animeranno il capoluogo lucano proponendo l’identità e i valori più autentici di una comunità che ha saputo regalare al mondo la figura di Grazia Deledda, unica autrice italiana ad aver vinto il Nobel per la Letteratura. Perché la narrazione è un’attitudine di Nuoro, un’esigenza che va al di là delle pagine dei tanti scrittori che qui sono nati e cresciuti per assumere il senso più profondo della memoria individuale e collettiva ed esprimersi con la potenza visiva delle arti.

    Tradizione e innovazione sono gli elementi centrali di una due giorni che vedrà la partecipazione di una folta rappresentanza proveniente dal cuore della Sardegna: attori istituzionali, esponenti del mondo della letteratura, delle tradizioni popolari, dell’enogastronomia, della musica, delle arti applicate e delle imprese culturali e creative, che avranno l’occasione di raccontare ai protagonisti della Capitale europea della cultura 2019 l’esperienza di una Nuoro aperta, partecipata, plurale, connessa con i propri luoghi, con il proprio passato e con il proprio futuro.

    La candidatura di Nuoro a Capitale italiana della cultura del 2020, infatti, ha generato nuove riflessioni su turismo, economia, sviluppo e socialità diffusa, da condividere oggi attraverso un ciclo di eventi capace di unire le due città e le due regioni: nuove riflessioni per nuove connessioni e per una rinnovata consapevolezza, che contribuirà a rafforzare l’offerta culturale nuorese attraverso le contaminazioni nazionali ed europee.

    Si parte venerdì 25 ottobre, alle ore 11, con un’iniziativa istituzionale ospitata alle Monacelle di Matera e dedicata all’incontro tra le due città, con riflessioni su economia, spopolamento e politiche culturali. Parteciperanno, tra gli altri, i sindaci delle due città. La prima giornata si articolerà su diversi piani: dalla proiezione di docufilm al viaggio esperienziale dedicato al piatto tipico Filindeu, dalla realizzazione di pitture murali a cura dell’artista Francesco Del Casino alle conversazioni letterarie con lo scrittore Marcello Fois, per concludersi con il concerto di Gavino Murgia e Tenores Goine.

    Sabato 26 ottobre, dalle ore 10 al Palazzo Lanfranchi, un nuovo momento di riflessione con “ArtLab: Territori, Cultura, Innovazione a Matera”, focalizzato sul contributo delle imprese culturali e creative alla valorizzazione dei patrimoni materiali, immateriali e digitali.

    Si prosegue con un appuntamento dedicato al nuraghe urbano di Nuoro e ai suoi 3600 anni di storia. E, ancora, con un dialogo a tavola tra le due città alla ricerca di suggestioni culinarie sardo-lucane, con la proiezione del film “Le favole iniziano a Cabras” e, infine, con l’esibizione serale del coro “100 voci di Nuoro”.

     

    La pagina Facebook di Nuoro Cultura

     



  • Lavoro webmaster a Cagliari/ Selezione

    10-10-2019
    rrr

    Stiamo cercando un candidato giovane, MAX 28 anni, con competenze in web design e linguaggi di programmazione. La figura cercata, dinamica e con una forte propensione al lavoro in team, coniuga buone capacità di programmazione a una buona conoscenza delle tecniche di sviluppo delle interfacce web (web design). Si richiede buona conoscenza dei software riguardanti il design e web design e uno o più linguaggi di programmazione

    REQUISITI

    Titolo di studio minimo: Diploma di maturità

    Esperienza minima: 2 anni

    Portfolio lavori: siti web

    Sede di lavoro: Cagliari

    Disponibilità: Immediata full time

    Tipologia contratto: da concordare.

    SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE: 30/11/2019

    Inviare mezzo posta o mediante consegna a mano curriculum vitae e portfolio lavori (anche solo in formato digitale) al seguente indirizzo

    PRIMAIDEA SRL viale Bonaria 98, 09125 Cagliari.

    Le ricerche sono volte a candidati di entrambi i sessi.



  • Retralags, ad Alghero il 13 dicembre un evento sui cambiamenti climatici

    11-12-2018
    camb

     

    Appuntamento ad Alghero il 13 dicembre dalle ore 9.30 alle ore 17.30 presso la Sala Mosaico Lo Quarter per una giornata di studio, confronto e ascolto nell'ambito del progetto RETRALAGS e del progetto ADAPT.
    Esperti e studiosi si confronteranno sul tema, aprendo il confronto a stakeholder e istituzioni con due tavole rotonde. La prima sui mutamenti climatici e politiche di sviluppo integrato, la seconda sui bisogni compositi nell’uso dell’acqua, azioni di mitigazione ed adattamento necessari a scala di bacino, le progettualità in essere e le possibili sinergie territoriali.



  • Vivimed: il 12 dicembre a Lanusei un incontro per disegnare nuove offerte turistiche in Ogliastra

    10-12-2018
    ss

     

    Mercoledì 12 dicembre, a partire dalle ore 15.00, presso la sala Polifunzionale, in via P. Pistis a Lanusei (Nuoro), inizia il terzo ciclo di incontri di lavoro Living Lab Ecoturismo del progetto VIVIMED - SerVIzi innovativi per lo sVIluppo della filiera del turismo nell’entroterra dell’area MEDiterranea che punta a creare e sperimentare in Ogliastra modelli innovativi di servizi turistici per promuovere sistemi locali di qualità e un turismo sostenibile esperienziale e multi-stagionale. Il progetto è finanziato dal Programma di cooperazione transnazionale “Italia Francia Marittimo 2014-2020”, promosso da ASPAL (Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro) e Sardegna Ricerche.

    Nei precedenti incontri (che si sono svolti il 14 e 29 novembre) hanno partecipato operatori del settore turistico, imprese, associazioni, cooperative sociali ed esercizi commerciali del territorio.

    Nel corso dei lavori è stato approfondito il concetto di Ecoturismo e sono state analizzate le componenti essenziali di un’offerta eco-turistica integrata. I gruppi di lavoro hanno definito, in modo partecipato, i tematismi peculiari del territorio:

    1)      Natura e territorio (ambiente, natura e territorio, territorialità e tacchi d’Ogliastra);

    2)      Eventi (eventi e musica);

    3)      Star bene (percorso culturale-gastronomico, enologia, passione e senso di appartenenza, prodotti di filiera, Blue Zone e wellness).

    A partire da questi temi, è iniziato il lavoro per costruire una possibile offerta turistica integrata orientata ai principi dell’ecoturismo, che continuerà nell’incontro di mercoledì a Lanusei, a cui possono partecipare altre imprese interessate.

    Gli altri due territori coinvolti dal progetto Vivimed in Sardegna sono la Barbagia (prossimo appuntamento il 18 dicembre a Nuoro) e il Montiferru (per il quale il primo ciclo di incontri si è concluso il 6 dicembre).



  • Alghero, unico logo per il «turismo tutto l’anno»

    31-10-2018
    catt

     

    (LA NUOVA SARDEGNA)  - Una spirale di lettere e cifre che compone il calendario di un anno intero “di emozioni” e dà l’illusione di un meccanismo ottico, al cui centro è introdotto un ramo di corallo. Come un focus. Un obiettivo, per restare nella metafora fotografica. Si presenta così la nuova grafica della campagna di comunicazione e di immagine coordinata elaborata dalla società Primaidea, che ha elaborato i nuovi segni, i nuovi claim e i nuovi video per un battage di marketing territoriale che impersoni visivamente l’investimento politico e strategico che Alghero sta facendo per diventare una destinazione turistica per 365 giorni all’anno. Ieri la sala conferenze del Quarter ha ospitato la conferenza di lancio del progetto. All’assemblea composta da stakeholder, operatori, addetti ai lavori ed esperti il progetto è stato presentato da Pietro Disi per Primaidea, dal sindaco Mario Bruno e dall’assessora del Turismo, Gabriella Esposito.

    Al dibattito moderato dal giornalista Alessandro Aramu è intervenuto anche Antonio Usai, docente universitario ed esperto di marketing strategico per il turismo. Dal confronto è emersa la necessità di dare seguito, anche tangibile, alla scelta di fare del turismo uno dei cardini dello sviluppo contenuti nel Piano strategico elaborato dalla città. «Lo chiedevano gli operatori, c’era l’esigenza di un’immagine coordinata e una comunicazione strategica», spiega Gabriella Esposito. «Questo progetto di marketing territoriale nasce dal piano strategico – prosegue – raccoglie gli elementi dello sviluppo locale e li mette a valore».

    Dagli eventi organizzati dal Comune agli spazi museali, «tutto sarà ricondotto sotto un unico segno – dice ancora Esposito – il primo test saranno i programmi di “Mès che un mes” e di “Cap d’Any”, che presenteremo a brevissimo». La nuova campagna “Alghero: turismo 365 giorni l’anno” si basa su «elementi identitari, rappresentativi dell’anima della città», spiega Pietro Disi. Per Antonio Usai «oggi la competitività delle destinazioni turistiche sta nella capacità di convincere i turisti a spendere il tempo in un luogo anziché in un altro», e una campagna come quella di Alghero «guarda al futuro per capire come intercettare nuovi flussi». D’altronde, conclude Mario Bruno, «fare turismo 365 giorni l’anno è la parola d’ordine che ci impone il piano strategico, che investe sull’ospitalità anche come leva di sviluppo per le altre attività». (g.m.s.)    



  • Economia Verde: il 7 novembre a Cagliari l'evento finale del progetto Enerselves

    26-10-2018
    vroma

     

    Il Servizio Energia ed Economia Verde dell’Assessorato dell’industria della Regione Autonoma della Sardegna ha organizzato l’evento finale del progetto ENERSELVES - Policy instruments for energy self-consumption in buildings, promosso nell’ambito del programma Interreg Europe 2014-2020.

    L’iniziativa si terrà a Cagliari, nella sala Castello dell’Hotel Regina Margherita, il prossimo mercoledì 7 novembre dalle ore 9.00 e sarà l’occasione per presentare le eccellenze regionali nel campo dell’energia verde e della promozione dell’autoconsumo da fonti rinnovabili nell’edilizia pubblica.

    Numerosi gli ospiti e i partner previsti per una mattinata di confronti sui risultati di un progetto che ha coinvolto altre sette regioni europee (tra le quali Spagna, Svezia, Romania, Polonia e Malta) e circa 175 stakeholder locali.

    Per saperne di più è possibile collegarsi al sito del progetto dove, cliccando su Register, è presente l'agenda della giornata e il form di registrazione.

     

    ENERSELVES - Comunicazione

    https://www.interregeurope.eu/enerselves/

    Telefono: +39 070 5435166 | +39 345 9253524

    Facebook: Enerselves Project | @enerselvesproject



Prima Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Ultimo