English version   Arab version

PRIMAIDEA - CONSULENZA E COMUNICAZIONE


Home  /  News  /  

News

  • A Gennaio nuovi Living Lab in Sardegna

    08-01-2019
    aaaa

     

    Un inizio 2019 ricco di appuntamenti con i Living Lab ViviMed nei tre territori pilota della Sardegna e portare a compimento il ciclo di incontri avviato a novembre e dicembre 2018.

     Santu Lussurgiu: 16 gennaio e 23 gennaio  dalle 15:00 alle 19:00 (Sala Monte Granatico)

     Tortolì: 15 gennaio e 29 gennaio dalle 15:00 alle 19:00 (Sala consiliare dell'ex provincia Ogliastra, via Mameli 22)

    ► Nuoro:  18 gennaio e 1 febbraio dalle 15:00 alle 19:00  (Consorzio Universitario di Nuoro - Via Salaris 18)

    Nei mesi di novembre e dicembre abbiamo lavorato con le imprese per:

    enlightened  approfondire la conoscenza del quadro normativo e programmatorio sul turismo in Regione Sardegna;

    enlightened inquadrare i bisogni territoriali; 

    enlightened stimolare la conoscenza reciproca dei partecipanti e delle attività svolte;

    enlightened condividere riflessioni e punti di vista su: ecoturismo, modalità del “fare rete”, risorse del territorio;

    enlightened realizzare un’analisi partecipata sull’offerta turistica attuale del territorio, sugli operatori in esso presenti, sulle relazioni esistenti

     

    Per informazioni:

    Assistenza tecnica VIVIMED in Sardegna:
    Poliste: Cinzia Sanna 070.773.07.93 
    PR(!)MAidea Consulenza e Comunicazione: Laura Casta  070.543.51.66 
    sardegnavivimed@gmail.com



  • Turismo: il 21 novembre a Nuoro nuovo Living Lab del progetto Vivimed

    20-11-2018
    sss

    Entrano nel vivo le attività del progetto VIVIMED - SerVIzi innovativi per lo sVIluppo della filiera del turismo nell’entroterra dell’area MEDiterraneafinanziato dal Programma di cooperazione transnazionale Italia Francia Marittimo 2014-2020 con la partnership di ASPAL (Agenzia Sarda per le Politiche Attive del Lavoro) e Sardegna Ricerche. Il progetto mira a creare e sperimentare nei territori della Barbagia, del Montiferru e dell’Ogliastra modelli innovativi di servizi turistici per promuovere, nell’entroterra e in aree a vocazione rurale, sistemi locali di qualità e un turismo sostenibile esperienziale e multi-stagionale.  

    Oltre 50 operatori pubblici e privati (B&B, resort, aziende agricole, birrificio, reti di imprese, cooperative sociali, gestori di punti di informazioni turistiche e culturali, imprese del wellness, associazioni sportive ed escursionistiche, gestori di siti archeologici, alberghi diffusi) operanti nei servizi al turismo e nelle filiere complementari, orientati all’innovazione e alla sostenibilità ambientale hanno finora partecipato  attivamente agli incontri (Living Lab),  previsti secondo un fitto calendario fino al 18 dicembre. Si tratta di momenti partecipativi, dinamici e interattivi, in cui gli attori locali sono chiamati a co-progettare prodotti turistici innovativi e sostenibili, in grado di valorizzare e qualificare l’offerta turistica esperienziale e autentica.  I Living Lab favoriscono lo scambio di conoscenze fra esperti, la costruzione di reti,e rappresentano un’occasione di sviluppo economico, sociale e culturale.  Finora i lavori hanno evidenziato le debolezze dell'offerta turistica esistente, gli attrattori ancora da valorizzare e quindi possibili proposte originali, anche attraverso dinamiche di rete con altre imprese della filiera del turismo.

    Prossimo appuntamento a Nuoro il 21 novembre presso il Consorzio Universitario in via Salaris 18 alle ore 15.00.

    I soggetti interessati possono aderire compilando la Scheda di adesione disponibile sul sito. http://interreg-maritime.eu/web/vivimed

     

     



  • I Living Lab ViviMed arrivano in Sardegna

    06-11-2018
    aaa

    Prende il via anche in Sardegna il progetto VIVIMED - SerVIzi innovativi per lo sVIluppo della filiera del turismo nell’entroterra dell’area MEDiterraneafinanziato dal Programma di cooperazione transnazionale Italia Francia Marittimo 2014-2020 con la partnership di ASPAL (Agenzia Sarda per le Politiche Attive del Lavoro) e Sardegna Ricerche.

    Nei territori della Barbagia, del Montiferru e dell’Ogliastra Il progetto mira a creare e sperimentare modelli innovativi di servizi turistici per promuovere, nell’entroterra e in aree a vocazione rurale, sistemi locali di qualità e un turismo sostenibile esperienziale e multi-stagionale.

    ViviMed si propone infatti di:

    enlightened valorizzare l'ecoturismo nell'entroterra mediterraneo;

    enlightened migliorare e rendere più competitivo il turismo attraverso l'innovazione di servizi e prodotti turistici sostenibili;

    enlightened accrescere le competenze professionali e la competitività delle imprese del settore turistico avviando un processo di accompagnamento alle PMI;

    enlightened creare e rafforzare reti di imprese, anche informali, multisettoriali e definire ipotesi di sviluppo di filiera con individuazione di possibili canali di finanziamento.

    Imprese e soggetti pubblici e privati, in forma singola o aggregata, operanti nei servizi al turismo e nelle filiere complementari, orientati all’innovazione e alla sostenibilità ambientale, sono invitati a partecipare agli incontri che si terranno a partire dal 9 novembre secondo il calendario allegato:

    ► Santu Lussurgiu (Sala Monte Granatico, via Tiburtina, ore 15)

    • 9 novembre
    • 23 novembre
    • 6 dicembre

    ► Lanusei (Sala polifunzionale via P. Pistis, ore 15)

    • 14 novembre
    • 29 novembre
    • 12 dicembre

    ► Nuoro (Consorzio Universitario, via Salaris 18, ore 15)

    • 21 novembre
    • 4 dicembre
    • 18 dicembre

    Si tratta di momenti partecipativi, dinamici e interattivi, in cui gli attori locali sono chiamati a co-progettare prodotti turistici innovativi e sostenibili, in grado di valorizzare e qualificare l’offerta turistica esperienziale e autentica.  I Living Lab allo stesso tempo favoriscono l’incontro e lo scambio di conoscenze fra esperti, la costruzione di reti, e rappresentano un’occasione di sviluppo economico, sociale e culturale per i territori.

    I soggetti interessati possono aderire consultando la Manifestazione di interesse scaricabile qui e compilando la Scheda di adesione entro il 7 novembre 2018.

     

    Assistenza Tecnica VIVIMED Sardegna

    RTI Poliste- Primaidea –Simurg Ricerche

    070.773.07.93  - 368.94.25.98

    070.543.51.66 - 347.97.94.778

    sardegnavivimed@gmail.com



  • Spagna, entra nel vivo a Gijòn il progetto Card4all

    26-07-2018
    aa

     

    Entra nel vivo dei lavori il progetto Card4all, finanziato dal programma Urbact della Commissione Europea. L’evento transnazionale della durata di due giorni che si tiene presso la città capofila Gijòn in Spagna è finalizzato a preparare i partner alla fase due del progetto che prevede il trasferimento per la sperimentazione di una city card. Il progetto coinvolge 6 stati europei Lettonia, Romania, Portogallo, Francia, Belgio, Spagna, per l’Italia partecipa il Comune di Sassari.



  • Il 15 e 16 dicembre a Cagliari la Borsa Italo Araba: arriva Piero Fassino (CESPI)

    06-12-2017
    conv

    La Sardegna ospiterà la prossima edizione della Borsa Internazionale delle Imprese Italo Arabe. L'appuntamento è a Cagliari venerdì 15 dicembre (ore 16.30, convegno di apertura alla Sala Conferenze della Fondazione di Sardegna)  e sabato 16 dicembre (dalle ore 9 alle ore 19 per i seminari e gli incontri d'affari tra imprese italiane e arabe nella prestigiosa cornice della Villa Atzeri).

    La manifestazione sarà articolata su due livelli principali:

    a) convegnistico/seminariale;

    b) commerciale con incontri BtoB tra imprese italiane e arabe.

    Il tema centrale della Borsa è “L’Italia e la sfida dei mercati esteri: la Sardegna nei processi di internazionalizzazione delle imprese”.  Il sotto tema, che è anche il titolo del convegno di apertura, è: "Il Mediterraneo come crocevia delle nuove relazioni tra l’Europa e i paesi arabi".  Venerdì 15 dicembre, alle ore 16.30, a Cagliari si confronteranno autorevoli relatori del mondo arabo e italiano.,Tra i partecipanti spicca il nome del Presidente del CESPI - Centro Studi di Politica Internazionale Piero Fassino. Intervengono, tra gli altri, anche il sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, l'Assessore regionale dell'Industria, Maria Grazia Piras, Galal Elsawy (Ministro plenipotenziario per il commercio dell'Ambasciata dell'Egitto a Roma), il sindaco di Tunisi Saifallah Lasram, il presidente della Fondazione di Sardegna Antonello Cabras.

    Giunta alla sua quinta edizione, la manifestazione, con il suo modello misto di incontri BtoB (export e incoming) e seminari tematici è diventato nell’arco di pochi anni un modello nazionale. Sono infatti numerose, infatti, le Regioni che si sono candidate a ospitare questo evento internazionale. La Borsa  è un evento ideato e realizzato in via esclusiva dalla Camera di Cooperazione Italo Araba a livello nazionale. Lo scopo dell'evento è avviare trattative di natura commerciale tra il sistema produttivo della Sardegna e le imprese arabe interessate a importare prodotti, servizi, conoscenze, tecnologie e, in generale, il meglio che offre il “made in Italy” nel mondo, con i suoi marchi e la sua qualità.

    La Quinta Borsa vedrà la partecipazione di 20 imprese sarde, invitate direttamente dalla Camera di Cooperazione Italo Araba con una Gold Card, e di  10 aziende provenienti dai Paesi Arabi (Arabia Saudita, Emirati Arabi, Qatar, Oman, Kuwait, Bahrein ed Egitto). I settori di riferimento di questa edizione sono l'Agraolimentare e la Cosmesi. Saranno presenti anche rappresentanti del Libano, della Tunisia, della Repubblica Araba Siriana e dell'Iraq.

    I seminari (16 dicembre, Villa Atzeri) rivolti alle imprese saranno due:

    1) Internazionalizzazione: incentivi per le imprese (ore 9.15)

    2) Certificazione halal e potenzialità dei mercati di fede islamica (ore 12.30).

    Prevista la partecipazione di Stefano Mameli (Segretario di Confartiginato Sardegna), Annamaria Tiozzo (presidente di WHAD) e Massimo Castangia (Agenzia Araform). Sempre nella mattina di sabato (ore 11) ci sarà un incontro di lavoro che vedrà confrontarsi il sistema industriale della Sardegna con  gli operatori arabi. Parteciperanno, tra gli altri, Aldo Berlinguer (Professore Ordinario di Diritto Privato Comparato all'Università di Cagliari) e Luigi Pulina (Direttore del Consorzio Industriale della provincia di Sassari).

    In programma anche un incontro operativo tra il sistema industriale della Sardegna e gli operatori arabi. 

    Per tutta la durata della Borsa, inoltre, saranno operativi, per una consulenza gratuita alle imprese, gli sportelli di servizio della Camera di Cooperazione Italo Araba, della NAME Consulting e della società Primaidea s.r.l. su:

    1.    Bandi per l'internazionalizzazione delle imprese (regionali e nazionali);

    2.    Informazioni commerciali sui mercati arabi, servizi della Camera e assistenza alle imprese nei processi di internazionalizzazione.

    Incontri BtoB (sabato 16 dicembre, dalle ore 9 alle ore 19 - Villa Atzeri)

    Al fine di consentire agli imprenditori di confrontarsi su specifiche tematiche, con l’obiettivo principale di esportare prodotti e servizi delle aziende sarde verso i diversi mercati arabi, è prevista l’organizzazione di incontri BtoB tra aziende locali e arabe. Alle aziende sarde verrà fornita una card per poter partecipare alle attività commerciali della Borsa Mercato e incontrare in forma riservata i buyer arabi per la promozione delle proprie aziende, prodotti e servizi nei paesi di riferimento. A tal fine saranno allestite delle stanze, per settori di riferimento o macro aree, dove si svolgeranno gli incontri sulla base di un calendario preparato dagli uffici della Camera Italo Araba. Nell’area Btob si potrà accedere soltanto in presenza dell’accredito fornito alle aziende in fase di registrazione.



  • Servizio della TGR SARDEGNA sulla Terza Borsa Italo Araba

    20-03-2017
    raitre

     

    GUARDA IL VIDEO



  • Servizio del TG di TCS sulla Terza Borsa Italo Araba

    20-03-2017
    tgc

     

     

    GUARDA IL SERVIZIO



  • In Libreria/ Sapori a colori: sconfiggere la malattia con la buona cucina

    28-02-2017
    foto 1

     

    Sapori a colori è un ambizioso progetto che nasce dall’idea di Paolo Palumbo e Luigi Pomata, con il contributo essenziale delle fotografie di Pierluigi Dessì. Un percorso attraverso una serie di ricette che costituiscono un libro di cucina veramente speciale. Per la prima volta, infatti, i piatti sono pensati e creati appositamente per tutti coloro che non possono nutrirsi in modo naturale e debbono far ricorso a pappe omogeneizzate o al sondino. Un ricettario, dunque, di agilissima lettura ma che aiuta nel quotidiano, soprattutto coloro che hanno perso – loro malgrado – l’abitudine al gusto del cibo e al piacere della tavola.

    Un’esperienza che nasce per la forza di volontà di un grande giovane, che ha scoperto solo recentemente di essere uno dei più giovani pazienti al mondo affetto dalla sla. A oggi, solo in Italia, 70.000 persone soffrono di disfagia – handicap che gli ha tolto la possibilità di alimentarsi in modo regolare – e a loro hanno pensato Paolo e Luigi: il primo cuoco alle prime armi e con tanta passione da spendere, il secondo noto chef di livello internazionale.

    Ma questo libro può essere un valido strumento culinario anche per chi, fortunatamente, non deve affrontare assillanti problemi di nutrizione indotta. L’importante, infatti, è sapere che attraverso l’acquisto di questo libro l’intero ricavato del prezzo di copertina sarà devoluto a favore della ricerca sulla sla e per l’aiuto delle famiglie che sostengono pazienti affetti da questa malattia e da altri disturbi neurodegenerativi.



  • V Meeting Internazionale delle Politiche del Mediterraneo

    03-01-2017
    meeting

    V Meeting Internazionale delle Politiche del Mediterraneo - I nuovi Scenari Geopolitici nel Mediterraneo: Le Politiche dell'UE e dell'Italia in Medio e Vicino Oriente



  • Cooperazione, firmato protocollo di intesa tra la Camera Italo Araba e l'Università di Tunisi

    16-12-2016
    tunisi

    Il Vice Presidente e Consigliere Delegato della Camera di Cooperazione Italo Araba, Raimondo Schiavone, e il Rettore dell'Università di Tunisi, H'maied Ben Aziza, hanno firmato a Cagliari un importante protocollo di intesa sulla Cooperazione, in particolare nei settori dell'innovazione, della crescita duratura, occupazione, inclusione sociale, cultura, turismo, energia verde, creazione e crescita delle imprese. Con il protocollo, inizia la collaborazione ufficiale tra la Camera e l'Università di Tunisi in vista di una serie di azioni per lo sviluppo e la creazione delle imprese, attraverso l'utilizzo, nei vari settori di riferimento, dei fondi europei per la programmazione 2014 - 2020.

    Tra i canali di finanziamento che i due organismi intendono utilizzare per la realizzazione degli obiettivi fissati nel protocollo sono menzionati: 1) ll programma bilaterale UE- Tunisia; 2) IEV CT Med; 3) Europa Creativa; 4) EaSI; 5) COSME; 6) INTERREG EUROPE IVC; 6) EUROMED INVES. 

    Il vice Presidente della Camera di Cooperazione Italo araba ha espresso grande soddisfazione per la firma di un protocollo che rafforza i rapporti di collaborazione tra le due sponde del Mediterraneo e rinsalda l'amicizia tra l'Italia e la Tunisia. 



Prima Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Ultimo